Home > News
tecnoindagini news
30/4/2014 - SONISPECT® – CONTROSTAB®: La coppia perfetta
Verifica dei solai e controllo die controsoffitti per accrescere i livelli di conoscenza delle strutturi orizzontali

SONISPECT® – CONTROSTAB®: La coppia perfetta

Le valutazioni preliminari sulla vulnerabilità sismica, effettuate in un istituto superiore di Asti, avevano segnalato la necessità di accrescere il livello di conoscenza di tutti gli elementi orizzontali dell’immobile.
Per completare le valutazioni sismiche, la Provincia di Asti doveva quindi analizzare i solai e soprattutto i controsoffitti continui presenti in quasi tutti i locali dell’ultimo piano.

La necessità di ottenere informazioni dettagliate per le diverse componenti ha portato la Provincia a richiedere il supporto di Tecnoindagini Srl; grazie ai protocolli sviluppati, infatti, offre verifiche mirate sia per le componenti strutturali che non strutturali degli edifici.
In questa situazione è stato sufficiente combinare SONISPECT® – per la verifica dello sfondellamento dei solai, e CONTROSTAB® – per verificare la stabilità dei controsoffitti.

Oltre ad ottenere tutte le informazioni necessarie attraverso il rilievo geometrico e materico, sono state localizzate tutte le situazioni di instabilità degli elementi indagati, accertando così anche la sicurezza di tutti gli ambienti. In particolare SONISPECT® ha rilevato tutte le aree a rischio sfondellamento, e CONTROSTAB® ha localizzato tutte le porzioni di controsoffitto degradate o addirittura a rischio crollo.
Inoltre, grazie all’analisi termografica inclusa in entrambi i protocolli, sono state rilevate e segnalate alla committenza le infiltrazioni presenti all’ultimo piano in modo da bloccare l’evoluzione del degrado.
Attraverso esami non invasivi sono stati verificati circa 1450 mq senza danneggiare i componenti; anche nei controsoffitti continui è stata conservata l’integrità, infatti le analisi e le prove di carico CONTROSTAB® non recano danno nemmeno ai controsoffitti continui solitamente “non ispezionabili”.

Grazie alla combinazione delle due indagini è stato possibile quindi aumentare la conoscenza come da prescrizione della vulnerabilità sismica, permettendo così alla Provincia di Asti di completare le valutazioni sismiche e pianificare interventi mirati solo dove necessario.