Home > Stresslab > Strumentazione
stresslab   >>  Il certificato di idoneità statica dei solai
 
Strumentazione
 

certificato ripristino murarioStrumentazione all’avanguardia per verificare ogni solaio

Tecnoindagini Srl dispone di tutta la strumentazione necessaria all’esecuzione di verifiche statiche dei solai: rilievi in situ, saggi, termografie e prove di carico. A seconda della necessità della committenza, della tipologia di solaio e degli eventuali ostacoli presenti nell’edificio, viene scelta la strumentazione più idonea per l’esecuzione delle prove.

Strumenti di pre-verifica ed analisi

Nella fase preliminare si esegue l’analisi all’infrarosso, che consente in modo rapido e non invasivo di risalire alla tipologia costruttiva del solaio e di individuare gli elementi strutturali e le vulnerabilità. Durante l’analisi costruttiva, invece, si eseguono piccoli saggi all’intradosso con strumentazione adeguata: endoscopio, durometro e strumenti per il rilievo della carbonatazione. I dati rilevati nel corso di tali analisi sono necessari all’esecuzione della verifica analitica.

Qualora occorra eseguire la prova di carico, la strumentazione sarà utile, inoltre, anche per posizionare più precisamente le attrezzature di carico ed acquisizione, senza produrre danni al solaio.

Analisi preliminare

stresslab richiesta doc bottone

Strumenti di acquisizione

Per misurare gli abbassamenti del solaio vengono utilizzati adeguati sensori di spostamento che, collegati alla centralina elettronica di acquisizione dei dati, consentono al software dedicato di registrare le variazioni in modo accurato e preciso, permettendo all’operatore di visualizzare i dati in real time.

sensori spostamento

Strumentazione di carico

A seconda della tipologia costruttiva, della posizione del solaio e della fruibilità degli ambienti, vengono utilizzati:
Serbatoi flessibili - Indicati per ambienti molto ampi e di facile accesso, riescono a raggiungere un elevato carico di esercizio.
Serbatoi rigidi - Hanno un’ottima versatilità e maneggevolezza, consentendo buona flessibilità nell’impostazione del carico ed una discreta velocità nelle fasi di carico/scarico.

strumentazione carico

relazione finale